Archivi tag: Design

La grande conversazione mediterranea

Abstract Uscire dall’emergenza del Mediterraneo impone di ripensare la sua identità in una chiave nuova, riconoscendogli il ruolo legittimo di “Grande Mare di Mezzo”, interfaccia culturale in grado di mettere in relazione, nella vita quotidiana e come singoli, i cittadini dei popoli che a esso si rivolgono, includendoli in una vera e propria “grande conversazione” […]

Corque Design: a New World Branding for Cork

(English) In April 2009, a new sustainable design brand based on cork – a Mediterranean, sustainable and eco-efficient proved material – was internationally launched during the Milan Design Week. The brand was baptized as Corque Design (Mestre, 2006). The originality of Corque Design remains for being the first–ever launched brand exclusively dedicated to cork and to its application in eco-design products. Hence, it offers a range of high quality furnishing products and accessories carefully designed by prestigious Portuguese designers for people who most value creativity, quality and eco-efficient design (Corque, 2009). The brand has already accomplished several small series production, which have been exhibited and commercialized in the European, American and Asian Markets. Corque Design brand resulted from an applied design research project – Design Cork (Mestre, 2008, 2013) – with a focus on the search for new applications and design solutions based on cork materials and technologies and on strategies and processes that championed the use of creativity and conceptual development towards sustainable product design innovation.

Interview with Vincenzo Castellana

Vincenzo Castellana è architetto, designer, docente e socio fondatore, insieme al primo direttivo ADI  Sicilia, della delegazione regionale ADI (Associazione per il disegno industriale italiano). Da anni conduce attività finalizzate alla valorizzazione delle risorse territoriali locali sia come architetto, attraverso interventi di recupero architettonico, sia come designer operando per riattualizzare antiche produzioni sul territorio. Attuale presidente dell’ADI Sicilia, Castellana si pone l’obiettivo di mettere in comunicazione il mondo della piccola azienda e dell’artigianato con quello dei giovani progettisti provenienti dalle scuole d’arte e di design.

New design geographies. International workshops in Sicily

Il 2012 sembra essere stato un anno in cui il design in Sicilia è stato presente in modo inaspettatamente costante. Da Giulio Iacchetti a Giovanni Levanti sono state numerose, infatti, le presenze di designer e progettisti che, invitati da istituzioni diverse, hanno frequentato l’isola per portarvi la propria esperienza del fare progetto. Cosa succede? Perché i designer cominciano a frequentare la Sicilia non più per trascorrere le vacanze ma per fare progetto? Esiste un’inversione di tendenza reale che capovolge e/o inverte le geografie del design? Chi sono i promotori del design nell’isola e perché lo fanno? Sicuramente il fronte più attivo di questo fenomeno è stato quello della formazione. Sin dai primi anni del 2000 il Corso di Disegno Industriale della Facoltà di Architettura di Palermo è stato motore dinamico di molte delle attività in Sicilia legate al design, e oggi altre realtà hanno intrapreso questo percorso e hanno cominciato a chiamare i designer a fare scuola nell’isola. Tra queste, l’Accademia Abadir è un’istituzione privata dedicata alla formazione legalmente riconosciuta dal Ministero dell’Università e della Ricerca.

Design and new processes between culture and service

Luoghi e servizi a Palermo si animano con nuove attività e processi. Un territorio quasi privo d’industrie, segnato nel primo novecento dalle Officine Ducrot, sembra che oggi abbia recepito il valore della parola design e abbia iniziato a sperimentare le sue diverse forme. La parola Design (progetto) nella città candidata come “capitale europea della cultura 2019”, non è più soltanto cool, di moda o per pochi ma si è trasformata in : lab, imprese creative, autoproduzione, design dei servizi, co-design

Paolo Zaami. The flow of things

Paolo Zaami è un illustratore, graphic e product designer, nato a Palermo nell’86, attualmente con sede a Milano. Laureato in Disegno Industriale all’università degli studi di Palermo, prosegue gli studi al Politecnico di Milano, dove consegue la laurea magistrale in Design per l’innovazione nel 2012. Durante il percorso professionale ha collaborato con lo studio Marco Piva, partecipando a concept design per Vitrum, KME, Unopiù e nel 2012 ha lavorato presso lo studio Total Tool, occupandosi di ricerca e graphic design per A2A, Expo 2015, Barbanera. Attualmente lavora presso lo studio DINN! a Milano, portando la sua esperienza in graphic e product design, la sua visione e la voglia di “far bene”. Riservato, meticoloso e tenace; appassionato di arte, illustrazioni e plastilina. Muovendosi in una dimensione progettuale multiculturale e multidisciplinare, ha imparato che il design è contaminazione dei saperi.

Eleonora Majorana. conDUCImi

Eleonora è nata a Catania nel 1984. Dopo la laurea in Comunicazione Internazionale presso la Facoltà di Lingue e Letterature Straniere di Catania, con una tesi sperimentale dal titolo “Graphic Design: tra arte e comunicazione”, ha continuato gli studi a Barcelona nell’ Escola Superior de Disseny, Elisava – Universitat Pompeu Fabra ottenendo un Bachelor in […]

Simona La Torre. The daily show

Simona La Torre, nata a Palermo, ha 26 anni, designer. La sua formazione è eterogenea così come è trasversale il suo approccio al progetto. Si è occupata di product, footwear e fashion design. Ha iniziato la sua formazione a Palermo, dove ha conseguito la laurea triennale in disegno industriale. Il primo approccio al mondo del fashion design […]

Design and Entrepreneurship: Palermo in the Liberty age

Siamo a Palermo, 1899, due figure rilevanti, come quelle di Ernesto Basile e Vittorio Ducrot, in due ambiti lavorativi che sembrano distanti s’incontrano e scontrano, creando uno tra i primi sodalizi in Italia, tra la figura del designer e quella dell’imprenditore. Ai modelli stilistici passati si contrappone ora l’ispirazione alla natura: la forza organica vegetale diviene il modello dello sviluppo della linea ornamentale.

Interview with Odoardo Fioravanti

Marinella Ferrara: Rispetto al passato, al design degli anni ‘60, cosa è cambiato nella professione del giovane designer del 3° millennio? Pensi che l’attuale processo di delocalizzazione delle produzioni e la globalizzazione dei mercati possano minare le tradizionali forme di rapporto tra design e industria? Come? Odoardo Fioravanti: Il mestiere del designer è radicalmente cambiato, […]

Interview with Francisco Gomez Paz

Marinella Ferrara: Rispetto al passato, al design degli anni ‘60, cosa è cambiato nella professione del giovane designer del 3° millennio?  Pensi che l’attuale processo di delocalizzazione delle produzioni e la globalizzazione dei mercati possano minare le tradizionali forme di rapporto tra design e industria? Come?   Francisco Gomez Paz: Mi ritengo fortunato a collaborare […]

Papairlines Inaugural Flight from Greece

Vasso, Costas e Loukas hanno creato Papairlines, una piattaforma creativa focalizzata sulle metodologie e i processi che stanno alla base di tutto ciò che è progettato. Questo articolo descrive i loro primi step nel progetto “Once Upon A Sponge”, promosso al fine di mostrare come la creatività e il lavoro di squadra possono essere attività che aiutano a superare il problema dei budget limitati e della mancanza di risorse che spesso vincolano i designer. In base alla risposta del pubblico, il progetto mette in evidenza l’ampio raggio d’azione che il design ha nella vita quotidiana.