Questo slideshow richiede JavaScript.

(English) Onde|Waves / Luca Pantorno

Mediterraneità è armonia di forme semplici, curvilinee, che formano universi elementari ma complessi. E’ ampiezza di vuoto e ottica ricca di immagini, grandi elementi o mosaici di piccole cose. Questi i temipresenti nel progetto. Si è scelto, così, di rappresentare l’identità dell’area mediterranea attraverso una serie di “illustrazioni” che rimandano al concetto di mediterraneità. Infatti, è possibile comporre, con le singole lettere presenti all’interno della parola “mediterraneo” altrettanti parole, molto significative per il tema e lo scopo di questo progetto, come ad esempio: nido, eterno, casa, enorme, mete, remare, ondate, etc. I lessemi scelti, sottolineano per due volte l’appartenenza delle parole al concetto di “mediterraneo”, sia quella fisica e grammaticale, che quella, non tangibile, ma figurativa, presente nell’immaginario collettivo e storico di chi questi posti li vive e li ha vissuti contribuendo ad accrescerne il valore culturale. Quindi si attua una sorta di gioco tra il materiale e l’immateriale, tra il verbale e il fantastico, che porta l’osservatore ad interrogarsi e prendere coscienza del significato che questi termini hanno per i popoli del mediterraneo. “Onde” è il nome del progetto, le onde del mar mediterraneo, appunto, il mare che unisce fisicamente e simbolicamente, le terre che vi si affacciano, ma anche i popoli e le loro culture. Graficamente viene risolto, attraverso dei segni curvilinei, non a caso delle onde, che collegano le varie lettere all’interno della parola mediterraneo componendo le diverse parole. Chiaro è il riferimento a Giovanni Pintori, esattamente a una sua opera del 1953 per la promozione della Olivetti Lettera 22. Il legame non è casuale, essendo egli stesso nato in Sardegna. I manifesti, che si presentano in diversi formati, possono avere le seguenti dimensioni: formato verticale (larghezza 70 cm, altezza  100 cm); orizzontale (larghezza 6 m, altezza 3 m).

Biografia
Laureato in Disegno Industriale all’Università degli Studi di Palermo.
Studia Design delle comunicazioni visive e multimediali all’Università IUAV di Venezia. Ha partecipato al corso di alta formazione in “Brand dei sistemi territoriali” al Politecnico di Milano.

About the author(s):

PAD Pages on Art & Design is an international, open access, and peer-reviewed e-journal.

info@padjournal.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *