Questo slideshow richiede JavaScript.

(English) MNIMI / Filippo Mambretti

MNIMi, che in greco moderno significa “ricordo”, non vuole solo rappresentare un omaggio ad una radice culturale comune alla quasi totalità dei popoli del Mediterraneo, e cioè la Grecia classica che influenzò la vita culturale e politica delle popolazioni mediterranee e che oggi rappresenta le fondamenta della società civile contemporanea. MNIMI vuole essere anche un racconto, una fotagrafia che descriva i differenti aspetti socio-culturali ed avvenimenti storici di questi anni; difatti è emerso come lo studio della ceramica permetta di comprendere molti aspetti della società antica. La qualità e la quantità dei vasi rinvenuti e i dati relativi alla produzione e all’esportazione dei vasi ci informano con molta precisione circa le condizioni socio-economiche in cui versava la società produttrice. Lo studio della ceramica, inoltre, permette la datazione dei reperti con un margine di errore massimo di dieci anni. Le decorazioni offrono infine elementi utili a comprendere aspetti importanti dell’antropologia del mondo antico, legati soprattutto alla quotidianità descritta dalle scene dipinte sui vasi. Non è raro che la filologia classica si appelli alla ceramica antica nella ricostruzione e nell’esegesi del mito e della storia della civiltà greca.

MNIMI vuole creare un ponte tra passato, presente e futuro. Pensando a questo progetto mi sono immaginato un uomo del futuro che scoprendo questo reperto possa capire la società mediterranea del XXI secolo, scoprirne aspetti sociali e culturali che, per molti versi, purtroppo caratterizzano i nostri tempi. Secondo me sarebbe un luogo comune parlare di unione e di fratellanza mediterranea. Sono rimasto scioccato nel vedere come il concetto di muro unisca il Mediterraneo: i muri di filo spinano tra Africa ed Europa di Melilla, il muro israeliano tra occidente e Islam in Palestina. Sono tempi di lotta e divisioni, e reputo un dovere testimoniare questi avvenimenti affinchè rappresentino un monito per il futuro e un rimprovero al presente.

H 50 cm/terracotta.

Biografia
Nato a Como nel 1981, cresce tra Cantù, Mariano Comense e Como, a stretto contatto con il mondo del design e dell’arredo. Si diploma nel 1999, e nel 2002 si laurea in product design al Politecnico di Milano e poi nel 2009 in design del prodotto arredo. Successivamente lavora per Italo Rota, Francois Croci, Francesco Murano e inizia ad insegnare design presso lo CSIA di Lugano (CH) e il Politecnico di Milano, iniziando anche a collaborare direttamente con numerose industrie d’arredo e design per lo sviluppo di prodotti.

About the author(s):

PAD Pages on Art & Design is an international, open access, and peer-reviewed e-journal.

info@padjournal.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *