Call for submissions

Call for articles | PAD#17 | PAD: Paesaggio – Arte – Design

Anna Mazzanti e Matilde Marzotto Caotorta, guest editors

PAD, Pages of Art and Design, con il suo acronimo, coniuga per coincidenza le parole chiave Paesaggio – Arte – Design, proposte nella loro intersezione per il prossimo numero della rivista, aperto alla partecipazione di autori d’ambito artistico e del design.

Il tema è così declinato:

  • cosa significa paesaggio oggi per l’arte e per il design? cosa è il paesaggio per l’artista e cosa è per il designer?
  • il paesaggio in relazione all’arte e/o al design; il paesaggio come scenario di interazione per l’arte e il design;
  • valorizzazione dei paesaggi mediterranei fisici e virtuali;
  • rappresentazione del paesaggio: dalla cartografia alle mappe, dalla comunicazione all’identità visiva.

Questa logica d’osservazione nasce nel dipartimento Design del Politecnico di Milano, grazie al suo peculiare profilo interdisciplinare, nella convergenza di competenze e di punti d’osservazione, dal progetto alla valorizzazione dei beni culturali, dall’approccio storico alla contemporaneità, aspetti dichiarati nella vocazione della call rivolta ad autori sia di ambito umanistico sia tecnico-progettuale. Il tema delle intersezioni P-A-D esorta riflessioni teoriche, critiche, a carattere estetico-filosofico e richiama casi studio ed esperienze progettuali/artistiche in relazione ai paesaggi mediterranei contemporanei: l’acqua, le coste, le rotte, i processi frutto di culture, abitudini, tradizioni o esperienze cogenti della contemporaneità che coinvolgono questa area geografica, il territorio delimitato dalle coste mediterranee, del quale questa rivista si occupa fin dalle sue origini.

Il mare chiuso è al contempo spazio di condivisione fra sponde vicine per clima e tradizioni, territorio di scambi, ma oggi, come anche in passato, anche luogo di transiti difficoltosi. Sarà interessante raccogliere stimoli e connessioni entro un contesto territoriale così ricco e complesso, che ospita ed è caratterizzato da similitudini e dialoghi “da sponda a sponda”, ma anche attraversato da rotte e sottili linee di divisione, da sempre vocato alle relazioni e ai movimenti umani, talvolta fluidi talaltra drammatici come oggi sperimentiamo.

Quali sinergie esistono tra l’arte e il design relativamente ai paesaggi e al paesaggio mediterranei? L’arte e il design possono generare luoghi eloquenti ed attuali, pratiche che si connettono con il vissuto delle aree territoriali? In quali casi la contaminazione diventa efficace, si annullano le barriere e i limiti? Dove nascono sinergie, dove e perché si verificano e prendono vita?

La call dunque si rivolge a un ampio spettro di interlocutori: dai designer agli architetti, dagli artisti ai curatori, agli operatori culturali, ai critici e storici d’arte fino ai filosofi dell’estetica del paesaggio.

Si richiede l’invio di un

  • Abstract (dalle 2000 alle 3000 battute) entro il 15 di luglio 2019 31 luglio 2019.
  • Dopo una prima peer review, saranno richiesti i full paper da inviare entro il 15 settembre 2019 31 settembre 2019 per poi essere sottoposti a double blind peer review.
  • La lunghezza dei contributi potrà essere compresa fra le 20000 e le 25000 battute, abstract, note e bibliografia esclusi.
  • Illustrazioni (massimo 10 per saggio). Dovranno essere raccolte in una cartella .zip da rinominare accompagnando il cognome dell’autore e una numerazione progressiva corrispondente alle didascalie (es. 01_Cognome, 02_Cognome). Queste vanno elencate in un documento redatte nello stesso font del testo principale e riportate su un documento .doc di Word come segue Figura 1: Nome e Cognome dell’autore, Titolo dell’opera, data. La risoluzione di ogni immagine dovrà essere di 300 dpi, preferibilmente in formato JPG.

Inviare a: editors@padjournal.net
in cc a marinella.ferrara@polimi.itchiara.lecce@polimi.it

Il Direttore di Pages on Arts & Design
Marinella Ferrara


Norme editoriali

PAD-guidelines-for-authors-ITA

PAD-guidelines-for-authors-EN


Pad#16  (Call for articles closed)

In relazione alla stesura del prossimo numero di “PAD. Pages on Arts & Design” previsto per il 2019, e in occasione della presentazione del journal a FRID 2018, vogliamo dare ampio spazio ai giovani ricercatori dei Dottorati di ricerca italiani, ritornando alla formula del numero miscellaneo, per accogliere ricerche eterogenee sui temi delle loro ricerche proposti a PAD, purché ritenuti di interesse per la cultura del design e delle arti nel contesto dell’area Mediterranea.

L’elemento conduttore del numero (come nei precedenti #14 e #15) sarà dunque la proposta motivata e/o contestualizzata nell’ambito Mediterraneo di temi di ricerca. La motivazione della proposta potrà caratterizzare anche solo il paragrafo in premessa dell’articolo, riportando le ragioni per cui gli autori reputano il tema della loro ricerca di interesse per l’identità culturale o l’evoluzione del design e delle arti nei contesti mediterranei, oltre alla adeguatezza dal punto di vista metodologico e la compiutezza dell’argomentazione della ricerca.

I numero, dal titolo “Ragioni della ricerca nel e per il Mediterraneo III”, raccoglierà contributi originali dalle più svariate tematiche e tipologia (ricerca storica, fenomenologica, critica di pratiche contemporanee, ecc.).

Date utili:

  • Abstract (dalle 2000 alle 3000 battute) entro il 21 Dicembre 2018.
  • Dopo una prima peer review, saranno richiesti i full paper da inviare entro il 28 Febbraio 2019 18 Aprile 2019 per poi essere sottoposti a double blind peer review.
  • Apparati progettuali (dalle 3000 alle 5000 battute) entro il18 Aprile 2019.

Inviare a: editors@padjournal.net
in cc a marinella.ferrara@polimi.itchiara.lecce@polimi.it

Il Direttore di Pages on Arts & Design
Marinella Ferrara


PAD Journal referee process

PAD dichiara di applicare a tutti gli articoli pubblicati procedure di double blind peer review rispettando e assicurando i requisiti di indipendenza di giudizio e di assenza di conflitti d’interesse.

La procedura di revisione è di tipo rigoroso e viene gestita direttamente dalla Direzione scientifica della rivista avvalendosi di un ampio bacino di revisori esterni accademici e del mondo della ricerca.

Il processo complessivo di pubblicazione degli articoli prevede le seguenti fasi:

  1. Sottomissione e accettazione delle proposte di articoli tramite abstract che risultino congruenti rispetto alle tematiche delle Call for papers; queste ultime sono pubblicate, fatte circolare diffusamente e aperte a tutta la comunità scientifica di riferimento;
  2. Invio dei contenuti di ogni articolo (testi, references, immagini) a due referee esterni insieme a un’apposita scheda di referaggio; la Direzione rende anonimi i testi elidendo il nome degli autori e obliterando eventuali riferimenti interni che potrebbero ricondurre all’identificazione dei contributi; la scheda di referaggio è restituita completa in tutte le sue voci alla Direzione scientifica;
  3. Trasmissione agli autori, da parte della Direzione scientifica, di una lettera report che comunica valutazioni e indicazioni formulate dai due referee (senza renderne nota la loro identità) ai fini dell’eventuale miglioramento dell’articolo; tali valutazioni e indicazioni – unite alla verifica della revisione apportata agli articoli (nei casi richiesti) concorrono alla decisione finale della pubblicazione da parte della Direzione;
  4. Pubblicazione annuale dell’elenco dei reviewer coinvolti nel processo di revisione fra pari.

Apparati progettuali: inteso come appendice di ogni numero di PAD, comprende una selezione di articoli non accademici che presentano progetti artistici o di design affini al tema del numero. Apparato iconografico (max 10 immagini, 300 dpi) + testo (max 5000 caratteri spazi inclusi).


 

Pages on arts and design